FISCO » Agevolazioni per le persone fisiche » Le Agevolazioni per le Ristrutturazioni Edilizie e il Risparmio Energetico

Grate e finestre: l’installazione ex-novo è agevolabile col superbonus a certe condizioni

16 Dicembre 2021 in Notizie Fiscali

Le Entrate con Risposta a interpello n 809 del 14 dicembre forniscono ulteriori chiarimenti in tema di "Superbonus – interventi antisismici e di efficientamento energetico realizzati mediante demolizione e ricostruzione di un edificio che costituisce un "condominio minimo" 

Nella corposa risposta si replica rispetto a tre quesiti distinti.

In particolare, in merito alla terza domanda presentata dall'istante, si chiarisce l'ambito di applicazione del superbonus per l'installazione di grate e finestre.

L'Istante proprietaria di due immobili (categoria A/2 e C/6) siti in un condominio del quale fanno parte altri 3 immobili (categoria A/2, C/2 e C/6) di proprietà del marito chiede se

  • l'intervento di installazione di grate e finestre possa essere considerato di completamento degli altri interventi agevolabili, quando nell'immobile originario sono presenti delle grate alle finestre solo del piano terra, ma non anche al primo piano 
  • oppure se tali interventi devono essere considerati come "lavori finalizzati alla prevenzione del rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi" a fronte dei quali spetterebbe la detrazione di cui all'articolo 16-bis, comma 1, lett. f) del TUIR.

Installazione di grate e finestre nel condominio minimo: quando spetta il superbonus

L'agenzia nella risposta di cui si tratta fornisce chiarimenti rifacendosi ancora alla Circolare n. 30/2020, che ribadisce che il Superbonus spetta anche per gli altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione e al completamento dell'intervento agevolato.
Nei limiti di spesa previsti dalla norma per ciascun lavoro, pertanto, i costi sostenuti per l’installazione delle grate alle finestre saranno attratti nella maxi detrazione, a condizione che:

  • un tecnico abilitato attesti la rispondenza dell’intervento ai requisiti richiesti dalla norma, 
  • attesti la congruità delle relative spese sostenute e il collegamento dell’opera alla realizzazione e al completamento degli interventi agevolati.

In caso contrario, per tali spese sarà comunque possibile fruire della detrazione prevista per le ristrutturazioni edilizie, senza, però, poter optare per la cessione del credito o dello sconto in fattura.

Allegati:

Studio CANCELLARI - dottori commercialisti e revisori legali - Partita IVA: 01286790249